Notizie

Notizie | 12.11.2017 | 13:31

Sasa in-house, via libera unanime dal consiglio

Autobus di Sasa Autobus di Sasa

Come già fatto dai comuni di Bolzano e Merano, anche il consiglio comunale di Laives ha approvato all’unanimità la modifica dello statuto di Sasa, che prevede l’ingresso della Provincia di Bolzano all’interno del consiglio di amministrazione della società di trasporto pubblico. E’ stato così autorizzato l’ingresso della Provincia nella compagine azionaria attraverso l’aumento di capitale di 500mila euro. 

“Questa trasformazione di Sasa in società pubblica in-house consentirà di evitare nel 2018 la gara europea per l’affidamento del servizio delle linee - ha ricordato il primo cittadino Christian Bianchi - Per noi si tratta di un ottimo risultato, ottenuto in sinergia coi comuni di Bolzano e Merano, per garantire anche per il futuro questo prezioso servizio per la nostra comunità”.

Come hanno sottolinato il presidente Stefano Pagani e la direttrice Petra Piffer nel loro intervento in aula, "oggi Sasa conta 350 dipendenti e nel 2016 ha chiuso il bilancio con 720mila euro di utili".

Con i 500mila euro della Provincia, Sasa vedrà il suo capitale sociale passare da 2,3 a 2,8 milioni di euro. "La quota capitale di Laives passerà dall'attuale 13,34% al 10,7% ma la rappresentatività all'interno del consiglio di amministrazione non subirà alcun cambiamento - spiega Paolo Zenorini, delegato per Laives nel cda di Sasa - La nuova composizione sarà infatti come in passato di 6 membri: 3 di nomina del comune di Bolzano, cui spetterà anche la presidenza, e uno ciascuno per i comuni di Merano e Laives e per la provincia".